• COBO

UOMO E ROBOT POSSONO INTERAGIRE IN FABBRICA?

Riuscire a far interagire un’uomo con una macchina, una linea di produzione ed un robot è

un'operazione molto complessa che richiede per ogni caso uno studio di fattibilità.

I robot non sono tutti uguali ma si distinguono per dimensioni, portata, velocità, flessibilità

operativa ed applicativa, costo e soprattutto sicurezza.

Parliamo di sicurezza

I robot collaborativi sono molto sicuri perché dispongono di una serie di funzionalità che

permettono in fase di installazione e programmazione di pensare direttamente al processo

come un'attività suddivisa fra uomo e cobot. Il robot usa l’intelligenza artificiale per comunicare e dialogare con l’operatore.


Parliamo di flessibilità

Un robot industriale tradizionale risulta performante solo su grandi volumi produttivi assicurando velocità, ripetibilità per lotti lunghi e senza variazioni prodotto.

Un cobot invece, è piccolo e leggero, pesa circa 40 kg e può essere spostato facilmente

all'interno del layout industriale. Viene collocato esattamente dove e quando serve

riprogrammandolo attraverso un interfaccia grafica chiamata teach pendant.

E’ in grado di potenziare linee produttive e processi. Infatti i cobot possono essere integrati in tempi rapidi nelle aree di lavoro.

Sono alimentati con corrente elettrica 220 volt in bassa tensione.


Ing. Andrea Missaglia

+39 039617568 | +39 0396076826

Sede Legale: Via E. Toti, n.29 – 20900 Monza
Sede operativa: Viale delle Industrie, n.2 – 20865 Usmate Velate (MB)

©2020 di COBO. Creato da COBO.